Come restaurare una vecchia Africa Twin

Come restaurare una vecchia Africa Twin

come restaurare una moto africa twin rd04

Gallina vecchia fa buon brodo

I mesi invernali sono i migliori per dedicarsi al bricolage, e una moto con addosso i segni del tempo che passa è un buon punto di partenza per non annoiarsi e togliersi qualche soddisfazione.

La moto in questione, una RD04 del 1990, è quella di Gigione che partendo per l’Afghanistan, mi affida per metterla in moto ogni tanto e farci quei due o tre lavoretti, i fili del regolatore ed un collettore d’aspirazione crepato, in sospeso da troppo tempo. Il telaio è un po’ malridotto con evidenti segni di ruggine e l’originale vernice bianca che oramai volge al giallognolo.

Perché non provare a riportare il telaio, e con lui tutta la moto, agli antichi splendori? Comincio a smontare le sovrastrutture, poi l’impianto elettrico, poi con l’aiuto delle possenti leve ermetiche, tolgo il motore. Ed ecco cosa rimane.

come restaurare una moto africa twin rd04 2 come restaurare una moto africa twin rd04 3 come restaurare una moto africa twin rd04 4

verniciatura burroni

Porto il telaio nudo e crudo ad una ditta che si occupa di sabbiature e verniciature industriali, in questo caso mi affido a Sergio Burroni website: www.verniciaturaburroni.it
Proteggo tutte le filettature con delle viti e bulloni in modo che la vernice non s’infili dentro rendendole successivamente inservibili. Costruisco un accrocco con una barra filettata e due tappi di marmellata (meglio ancora sarebbero due tavolette di legno) per evitare che le sfere utilizzate nella sabbiatura vadano a rovinare le sedi dei cuscinetti di sterzo, tolgo la targhetta identificativa dal telaio e cerco di proteggere la stampigliatura sul cannotto.

come restaurare una moto africa twin rd04 5

Al sabbiatore/riverniciatore lascio pure altri particolari da verniciare in nero: cavalletto centrale, laterale, ecc…

In attesa della riconsegna mi dedico alla pulizia nella vasca e nel lavandino di casa (se lo scopre Daniela!!!!) e alla riverniciatura con varie bombolette spray degli altri particolari: manubrio, portapacchi, specchietti ecc., metto a bagno di olio esausto catena di trasmissione e cavi di comando e, mentre il Gemello destro si occupa dei carburatori, ricompro, usato, il famoso collettore crepato e sostituisco tutti i fili del regolatore che sono un po’ bruciacchiati.

Il telaio riverniciato in bianco “cancello” è uno spettacolo ed inizio con entusiasmo il rimontaggio (per reinserire il motore ed il forcellone ho utilizzato bassa manovalanza extracomunitaria trovata nelle vicinanze)

come restaurare una moto africa twin rd04 12

poi effettuo il cambio dell’olio dei freni, olio forcelle, olio motore, filtri e revisione sospensione posteriore (quest’ultima effettuata da Alessandro Fondi di www.spsuspension.it) fino al risultato finale e la riconsegna, dopo sette mesi di assenza, al suo proprietario.

come restaurare una moto africa twin rd04 13 come restaurare una moto africa twin rd04 14 come restaurare una moto africa twin rd04 15 come restaurare una moto africa twin rd04 16 come restaurare una moto africa twin rd04 17 come restaurare una moto africa twin rd04 19

Cosa occorre

Per una cosa del genere vi occorrono:

Una moto vecchia;
Un amico ignaro che ve la lasci;
Qualche amico che vi dia una mano alla bisogna;
Tempo;
Spazio;
Scatolette dove riporre, catalogandola, tutta la bulloneria;
Manuale d’officina;
Fogli di carta, matite e pennarelli;
Nastri adesivi di vari colori e nastro da carrozziere;
Macchinetta fotografica per immortalare i passaggi più ostici (non vi fidate della vostra memoria quando si tratterà di rimontare);
Attrezzi di buona qualità e chiave dinamometrica;
Stracci, saponi, sgrassatori, vernici varie, grassi ecc.;
Passione;
Pazienza, tanta.

8 Comments
  • Triplo
    Posted at 11:01h, 12 Dicembre Rispondi

    A presto le prime fasi del restauro di una Yamaha XT600 2KF dell’ 89

  • manuela
    Posted at 08:05h, 24 Marzo Rispondi

    Vuoi essere mio amico? :-) Quanto mi costerebbe? Ho una rd04 che avrebbe bisogno dello stesso trattamento della rd04 che ha subito la moto del tuo amico….

  • triplo
    Posted at 11:44h, 26 Marzo Rispondi

    Ciao! Stai partendo per l’Afghanistan pure tu?

    Comunque, a parte la mia parcella, il problema principale sarebbero i tempi biblici che impiego per portare a termine i lavori. che rimangono alla portata di tutti, basta avere pazienza, un po’ di attrezzatura e ovviamente lo spazio dove “operare”.

    Se hai bisogno di informazioni chiedi pure.

  • Renato
    Posted at 16:15h, 06 Ottobre Rispondi

    Ciao,per caso ho trovato questa pagina.
    Ho una RD4 perfettamente funzionante (almeno credo) ferma da 4 anni e più o meno nelle condizioni di quella tua.
    Voglio metterla in forma ma io non ce la farò mai anche si mi piacerebbe..
    Ne possiamo parlare? Se mi rispondi ti invio il numero del mio cellulare
    Renato

    • triplo
      Posted at 08:51h, 08 Ottobre Rispondi

      Ciao Renato e grazie per l’immeritata fiducia che riponi in Sporcoendurista :)

      Ne possiamo sicuramente parlare in termini di supporto (consigli e suggerimenti) che potrò darti. Se, come immagino, tu intendi far restaurare una moto “a terzi” comincia a prendere coscienza che ti ci vorrà un mutuo….

      :)

      • Ca
        Posted at 23:28h, 09 Novembre Rispondi

        Io ho sentito dire che ci sono volute 3500 euro…diversi anni fa

  • maurizio salvaggio
    Posted at 15:51h, 07 Gennaio Rispondi

    Ciao scusa il disturbo ne ho una identica dal 1990, ed ora a 5 anni di fermo vorrei cominciare a rimetterla in funzione, tu come hai fatto con la strumentazione ecc che vedo di un bel nero ?
    E il manubrio, con che colore o vernice lo hai fatto che sembra immacolato ?
    Anticipatamente grazie
    Maurizio 66

  • Mario Tavolacci
    Posted at 21:16h, 14 Giugno Rispondi

    Ancora rileggo con piacere che la vecchia Africa Twin
    è più ricercata della nuova. In verità anche io ne sto cercando una messa in forma come nuova. Ci voglio viaggiare molto. Ne avete da consigliarmi? Un caro saluto.

Post A Comment

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy