revisione completa del motore Africa Twin 750

Seconda puntata
Manutenzione al motore di una vecchia Africa Twin XRV-RD07a Honda

Seconda puntata del report telenovela del Gemello Destro sulla revisione completa del motore di una vecchia Africa Twin RD07A 750 con oltre 260.000 Km all’attivo.

Testate
Catena di dstribuzione
Paramotore Riky Cross
Rimontaggio del forcellone
Motore chiuso
Fine
La vita di un’Africa Twin in grafici

Testate

Dopo la smerigliatura delle valvole ho notato che i segni sulle valvole e sulle sedi erano costanti, regolari e entro le tolleranze, così non le ho rettificate.
Leggevo sul manuale d’officina che… Mi permetto una piccola divagazione con il solo fine di annoiare ulteriormente chi è arrivato fino a questo punto della lettura e di togliermi un “sassolino”.

Testate Africa TwinTestate Africa TwinTestate Africa Twincome revisionare motore Africa Twin

Tanto tempo fa, quando stavo nel forum dell’Africa Twin club ho letto il solito commento auto-celebrativo sulla moto e sul possesso di questa moto fichissimamente fichissima.
Oltre alle lodi della moto uno se ne usci dicendo che aveva comprato il manuale d’officina e ricordo benissimo che disse “… ed è anche scritto in ottimo italiano!”.

Ora io me lo sono letto un po’ prima di aprire il motore, ed ogni volta che lo leggo ripenso a quell’esaltato al quale, evidentemente, era morta la maestra delle elementari. Li mortacci tua e de sto ignorante. Ottimo italiano sta cippa. i pezzi meccanici vengono tradotti alla cazzo. Le caviglie sarebbero le bussole di centraggio. Altri pezzi meccanici sono tradotti dall’inglese, al tedesco, poi al francese e poi, dopo il russo e qualche paese arabo (ma del nord d’Africa), in italiano, li mortacci tua e dell’ottimo italiano!!!! (fine divagazione)…

Sul manuale c’è scritto:
Per poter accedere alla testata del cilindro anteriore è necessario togliere il motore dal telaio.
Per accedere a quella del cilindro posteriore invece si può fare anche con il motore sul telaio.
Accedere potrebbe essere considerato come ispezionare la testata del cilindro anteriore. Infatti due righe più sotto leggo: l’accesso all’albero a camme è possibile anche con il motore montato sul telaio.
Quale albero a camme? quello posteriore? entrambi? Ti costava tanto specificarlo? va bene ho deciso che per montare gli alberi a camme si può operare anche con il motore sul telaio.

Per la frizione e il carter di destra è detto chiaramente che il motore può stare sul telaio, ed anche per il volano, ingranaggi di avviamento. Pertanto provo ad invertire il procedimento e prima monto il motore così come sta sul telaio, poi ci metto il volano, la frizione, poi gli alberi a camme ed i castelletti dei bilancieri.

Tutto questo perché da solo rimettere il motore completo sul telaio la vedo assai difficile. Per toglierlo ho fatto le radici quadrate (a mano). Naturalmente chiudo ed imbottisco le parti che si potrebbero danneggiare…. ottimo italiano eh?

Catena di distribuzione

Giorno 11/08/2018.

Misuro la catena morse che trasmette la rotazione alla pompa dell’olio (quando l’avevo smontata era un po’ lenta).
Così, dimenticandomi quanto studiato per le misure meccaniche, prendo una metro e misuro la lunghezza della catena (piegata in due… ero cosciente che la misura era approssimativa, anzi, molto approssimativa).
Faccio due conti e sembrava enormemente allungata circa il 5% (di solito per queste catene il limite è il 3% di elongazione). Così la compro su ebay, chiedo la misura ed era tutto a posto.
Poi mi viene un dubbio. Scendo vado a contare le maglie e porca miseria la mia ha 72 maglie invece che 70 come quella su ebay (era per la RD03!!)

Così contatto il venditore che annulla l’acquisto. A lui mando un ringraziamento anche su questo canale (non lo leggerà mai).
Così decido di andare a ritrovare tutte le catene vecchie dell’XL. Ne ritrovo tre e… quando le metto a confronto vedo che la catena di distribuzione dell’XL è più larga di quella dell’Africa Twin.

Devo rimontare quella per forza. 110 euro non mi va di spenderle. Intanto pensavo che il manuale d’officina non dice nulla su questo componente… nisba, niet, …come se non esistesse, ma neanche a controllarla.
Così, per sapere quanto stava fuori riscendo e questa volta prendo il calibro. Misuro 20 maglie (interno perno e naturalmente più volte). Aggiungo una media dei perni e… calcolando la percentuale di allungamento rispetto alla misura nominale, mi viene fuori lo 0,3%!!!

Dopo 277.000 km adesso capisco perché la Honda non la prende in considerazione

Lavorazioni interrotte causa rifacimento cesso di casa del Sinistro.

catena di distribuzione è lungacatena di distribuzione è lunga

Paramotore Riky cross

Giorno 12/08/2018.

Oggi doveva essere un giorno di motoriparazione e invece sta cippa!
Il Riky cross, quello che non strappa le recchiette, ha strappato il pezzo di canna che regge il radiatore destro. Me ne ero accorto quando ho iniziato a smontare la moto. Oggi l’ho risaldata. In compenso ho tirato giù le forcelle (per saldare meglio) e adesso che ce l’ho in mano ci cambio l’olio, altro lavoro che si aggiunge!

paramotore Riky crossparamotore Riky cross spezzatoparamotore Riky cross riparato

Rimontaggio del forcellone

Giorno 14/08/2018.

Rimontaggio del forcellone (per equilibrare la moto e dare i punti di riferimento per il posizionamento del motore).

Rimontaggio del forcellone dell' Africa TwinRimontaggio del forcellone dell' Africa TwinRimontaggio del forcellone dell' Africa TwinRimontaggio del forcellone dell' Africa TwinRimontaggio del forcellone dell' Africa TwinEseguite le manovre con il cavalletto alzamoto, senza testate e carter, il motore è entrato agevolmente nel telaio. Si seguono le indicazioni riportate sul manuale e, stringendo i bulloni del motore sul telaio, mi è venuto un dubbio.
Tutti i bulloni da 8 andavano stretti a 32 Nm… i bulloni non sono da 8 : sono M8 (ma chi lo scrive il manuale d’officina, cazzarola nemmeno le basi del disegno meccanico!!!)
I bulloni da 10 andavano a 53 Nm.
Fatto tutto tranne l’attacco alto anteriore, i cui bulloni erano trattati in maniera diversa: per loro il menù era riservato: tutti e quattro bulloni e dadi andavano a 53 Nm
Mentre stavo stringendo mi viene il dubbio e mi fermo: non poteva essere che un bullone da M8 avvitato su alluminio, potesse avere quella coppia. Vado a verificare le tabelle delle coppie di serraggio dei bulloni con filettatura metrica e al massimo un bullone in acciaio con classe 12.9 arriva fino a 42 Nm… figuriamoci su alluminio!
Cara Honda, dicesi numero il rapporto tra due grandezze omogenee, di cui una può essere considerata unità. I numeri si tirano a Natale, quando si sono presi l’ambo, il terno, la quaterna e la cinquina, e, quando a te manca un numero (a Roma si dice che vado pe’ uno), tua nonna fa tombola e a te non resta che sperare nella tomboletta. Su un manuale il numero non va tirato a sorte: che è uscito il 32? No, …  ma è uscito il 53!

Comunque motore sul telaio.

motore sul telaiomisure del motore sul telaio

E’ il momento di installare la frizione e poi il volano per poi chiudere i carter e mettere in fase la distribuzione.
Apro la busta con la frizione e mi accorgo che “manca” un pezzo!… alla ricerca della rondella perduta!
Il manuale d’officina (scritto in ottimo italiano), riporta una rondellozza da mettere in mezzo al pacco della frizione.
Vengo assalito da dubbi: eppure quando ho smontato i pezzi li ho imbustati tutti con lo stesso ordine! Può essere che sia caduta? Forse mentre lavavo il pezzo? Forse sta la sotto… oppure la sopra?

Non c’è da nessuna parte.

Però guardando la posizione dove doveva stare la fantomatica rondella, non mi sembrava che ci fossero segni da rondella, anzi sembrava proprio che non ci fosse. Provo a vedere se è attaccata… niente è tutto un pezzo!

Mi convinco (quasi) e salgo a vedere un sito di ricambi Honda.
Ma, limortaccivostra… allanimadelimejomortaccivostra! La rondella non viene venduta perché NON C’E’!!!… e c’ho speso pure 105 euro.

Il manuale della RD04 non la riporta…. ma non facevate prima a copiare e incollare?

manuale officina Africa Twinmanuale officina Africa Twin

Procedo con la frizione e sempre cautamente scopro che quando si monta la frizione ci sono due puntini piccoli da allineare, sia sulla piastra reggispinta che sul tamburo. Non mi sembra sia scritto da nessuna parte. Se si sbaglia e si stringe il bullone si butta tutto! Per stringere il bullone, come Archimede Pitagorico, mi ingegno a bloccare il secondario del cambio bloccando il pignone.

invenzione del Gemello Destro-1invenzione del Gemello Destro-1

Con il solo risultato di piegare la barra (un po’ leggerina ovviamente) e di spezzare un bullone: esperimento andato male!

L’unica soluzione è montare la gomma posteriore, inserire comunque la quinta e frenare mentre si stringe il bullone. Visto che ha funzionato, con lo stesso sistema stringo il bullone del volano.

Giorno 15/08/2018.

Valutazione sul montaggio della distribuzione con il motore sul telaio. Si può fare quello anteriore con qualche difficoltà a rimettere il coperchio a causa della guarnizione che non voleva sapere di rimanere incollata. Tutto sommato, se penso che ho rimesso su il motore in poco tempo da solo e senza intoppi meglio così.

Inizio a chiudere i carter e quindi a mettere in fase il motore. Qualche errore nel manuale ma gestibile.

1 inizio a chiudere i carter e quindi a mettere in fase il motore1 inizio a chiudere i carter e quindi a mettere in fase il motore1 inizio a chiudere i carter e quindi a mettere in fase il motore1 inizio a chiudere i carter e quindi a mettere in fase il motore1 inizio a chiudere i carter e quindi a mettere in fase il motore

Motore chiuso

Motore chiuso. Esco dalla cantina e guardandomelo mi convinco che domani sarà di nuovo in moto. La sera con gli occhi aperti ripensavo a tutto quello che avevo fatto in questi quattro mesi: al modo di installare le guarnizioni, al sigillante che ancora era appiccicoso, a tutte le viti e bulloni se erano stati stretti o meno, alle parti ancora da rimontare, impianto di raffreddamento, impianto elettrico…. Prendo sonno.

Giorno 16/08/2018.

Alle ore 11.15 ho acceso l’impianto elettrico e tutto ha funzionato.

Finisco di collegare l’impianto di raffreddamento e metto il liquido. Ecco, lo sapevo! Butto gli occhi sul pavimento e vedo che perde. Cominciamo bene!
Seguo la perdita e mi accorgo che non avevo stretto due fascette. La perdita si arresta.
Metto l’olio e questa volta non perde nulla! Intanto arriva Triplo da Roma e facciamo insieme le ultime sistemazioni: candele qualche cavo, due chiacchiere distensive.
Inutile dire che più la rimontavo e più venivano i dubbi… questo l’ho fatto? e quest’altro? ma era così? il sigillante era adatto? …
Alle 20.13 del 16 agosto 2018, santo del giorno San Rocco, la mia Africa Twin, Lila2, ha ripreso a girare.
E’ partita con qualche problema di carburazione (poi quasi risolto) MA E’ PARTITAAAAAAA
Grazie a Triplo che mi ha portato le sue candele (per me non ha una garage , ma un magazzino di AfricaTwinRicambi) e anche il liquido refrigerante.

A Lui, caro amico, il compito di spingere il bottoncino dell’avviamento. Avrei potuto anche farlo da solo. Ero stato da solo per 4 mesi. Stava a Roma per i cazzi suoi e si è fatto 40 km.

Ha capito che quello era il momento di esserci. Non c’è stato bisogno di altro. Una frase di un celebre film diceva che “La felicità è reale solo se è condivisa”. E’ così che mi voglio ricordare l’inizio della seconda vita della mia Africa Twin.

Giorno 17/08/2018.

E’ il momento della messa a punto e della sincronizzazione dei carburatori. Ho rismontato i carburatori e rimontati con calma ed alla luce del giorno. Rimontato il filtro dell’aria in carta. Il motore girava regolare come un orologio!

Considerazione: le parole dovrebbero essere importanti ed anche come le metto una accanto all’altra!
Se dico che tra due oggetti (oggetto A e oggetto B per farla più comoda) ci deve essere una differenza di una quantità X, sottintendo che A è diverso da B della differenza X.

Se dico che il riferimento è l’oggetto A, significa che B sarà espresso come A+X oppure A-X.
Ma mannaggia santa pupa, se su un manuale, o redattore analfabeta, scrivi che la differenza di depressione deve essere, secondo specifica, di 20mmHg, io intendo che tra i due pistoni ci DEVE essere quella depressione.
Ma poi insisti pure, inconsapevole delle parole che dici, e mi scrivi che il cilindro di riferimento è quello posteriore!
Allora il cilindro anteriore, visto che devo fare riferimento al cilindro posteriore (n°1) DEVE stare a +20mmHg oppure a -20mmHg rispetto al cilindro posteriore?

Mi faccio questa domanda perché, se avessi scritto ” la massima differenza tra i due cilindri deve essere di 20mmHg”, il concetto era chiaro e definito.

Così è stato scritto per esempio sul manuale Haynes.
Sul manuale della RD04 c’è scritto semplicemente “Differenza di depressione: sotto i 40mmHg”. Il concetto è chiaro no?
Un manuale non dovrebbe avere errori, nè omissioni, perchè con quel prezzo io DEVO poter rimontare un motore senza interpretazione e quindi senza possibilità di errori. E’ venduto come un ricambio: se vi ordino una ruota dentata, me la date senza un dente?

Cito di nuovo un’altra frase: ungere con “olio di molibdeno”, “olio al molibdeno”, “soluzione di olio di molibdeno”, ma questa, comprensibile, sta scritta per il rimontaggio degli alberi a camme (ovvero alla fine del rimontaggio del motore).
Forse lo so perchè non avete scritto “fate un mischione di olio motore con grasso al bisolfuro di molibdeno”.
Forse è perché uno sprovveduto va su internet e capisce che è per far parlare tutti quei web-fenomeni di paraffine, grassi, oli, … tutti ingegneri chimici (ma senza aver conseguito una laurea in ingegneria e senza aver mai aperto un libro di ingegneria!) esperti nella lubrificazione. Ho provato a cercare su internet “olio di molibdeno” e sono usciti interventi di professoroni su vari forum.

Mo la sparo pure io una: le bronzine sono una parte dei cosiddetti cuscinetti sottili e si basano sulla teoria del Sommerfeld! (meccanica applicata alle macchine)

Fine

Giorno 21/08/2018.

Nell’anno del Signore 2018, il giorno 21 di agosto, alle ore 00,57 (ora locale), l’Africa Twin è rimontata completamente.

Africa Twin con il motore nuovo

Era il 21 di aprile, ricorrenza della fondazione di Roma, quando ho iniziato i lavori. C’ho messo 4 mesi.

Lavori eseguiti:

  • sost. catene di distribuzione
  • sost. alberi a camme e castelletti (l’anteriore buono il posteriore presentava l’usura della cementazione del pattino della
  • valvola di scarico)
  • sost. albero motore (rottura di due denti…. così imparo a famme li cazzi mia e a non far fare il lavoro ad altri)
  • sost. albero secondario del cambio (era consumato per più del 50%)
  • rettifica cilindri (li ho portati da Bruno Marchetti a Casalotti). Il cilindro anteriore aveva 2-3 centesimi di ovalizzazione/
  • rastremazione ancora utilizzabile. Il posteriore stava a 6-7 centesimi (il limite è di 0,05mm)
  • sost. pistoni +0,25 (i pistoni erano ancora perfetti)
  • sost. fasce elastiche +0,25
  • reg. punterie
  • smerigliature sedi valvole
  • pulizia e sincronizzazione carburatori
  • revisione ammortizzatore posteriore (fatta da RS Suspension in zona via Cipro, Michele Marchetti)
  • sost. olio motore 10W40
  • sost. filtro olio
  • sost. liquido raffreddamento (una parte il mio e una parte quello di Triplo )
  • sost. candele NGK DPR8-EA9 (quelle di Triplo)
  • sost. kit trasmissione (reg. catena: 21) AFAM (lo voglio provare invece della DID)
  • sost. pneumatico ant. Mitas E10
  • sost. pneumatico post. Mitas E10
  • revisione forcellone
  • sost. olio forcelle SAE10-20
  • saldatura telaio (recchietta destra)
  • sost. frecce posteriori
  • sost. pasticche posteriori
  • sost. soffietti forcella

Da adesso inizia la fase “quante fregnacce ho fatto”

Giorno 06/09/2018.

L’Africa Twin è tornata su strada superando la revisione! Ho di nuovo un’Africa Twin!

Vita di un’Africa Twin in grafici

Grafici Manutenzione_XRV 750 Honda Africa Twin 750Grafici Manutenzione_XRV 750 Honda Africa Twin 750Grafici Manutenzione_XRV 750 Honda Africa Twin 750Grafici Manutenzione_XRV 750 Honda Africa Twin 750Grafici Manutenzione_XRV 750 Honda Africa Twin 750

Questo articolo parla di:
1 Comment
  • triplo
    Posted at 13:40h, 30 gennaio Rispondi

    Il Gemello destro MAN OF THE YEAR.

    Sono onorato che sulle mie moto ci abbia messo spesso le mani e poggiato le sue chiappe.

Lascia un commento