Sant’ Angelo in Vado 2006

Motoraduno del Tartufo

Sant’ Angelo in Vado 2006

So lesso… gnaafaccio! ma il fatto che sono tornato testimonia che joofatta!

Prima volta per me al Motoraduno del Tartufo a Sant’Angelo in Vado, penso che non sarà l’ultima.
Venerdì, dopo un po’ di telefonate, riusciamo a metterci d’accordo sull’oraio partiamo da settebagni alle 14:30. (questa volta non uso l’ora Zulu… so lesso)

Acc. Riunione nel pomeriggio, venerdì pomeriggio, cerco di anticiparla, corro a dx e sx, esco prima del previsto ma non riesco essere in “orario, alle 14:30 a settebagni. Parto, attendo la compagine sporca dopo il casello di Fiano: 25 minuti di ritardo, è successo qualcosa? Nulla di inconsueto: il Nostro Maculato ha fatto tardi… inoltre si è reso conto di aver dimenticato un accessorio: il sacco a pelo, si decide di attenderlo sulla E45 (erroneamente ho mandato a cagare moloch confondendolo con il Ritardatario, lui ringrazia e fila via insieme alla sorellina… ma quanto spigne sta Alessandra? li riprenderemo ad orte).

Arriviamo, un bellissimo ragazzo ci attende tutto abbronzato sulla sua moto nella “sua” stazione di servizio o servizietto se volete, come dicono gli inglesi he is a true man…dingo!
Arriviamo verso le 19:30 alla destinazione etilica. Veloce iscrizione con un rosso benvenuto e subito acquistiamo l’oggetto del desiderio: una brocchetta senza fondo: il vino che lì viene versato non si paga! E’ la fine.

Consolidiamo il presidio di Alabastro nella ex caserma: ha prenotato una stanza per noi, del resto come gli si potrebbe dire di no?
Cena al tendone, e subito apriamo i canti e le danze con i nipoti dei cugini di campagna, un revival di Nomadi, Vasco e diversi brani slow-rock, molto slow.

I soliti giri di grappa fino a quando ho incontrato Brucio con sua sorella dei Banana Group. Mi offre uno zuccherino: zolletta, peperoncino e alcool puro. Brucio pure io! Toppa!

Baldoria fino alle tre passate: andiamo a dormire. Non chiudo occhio il mio bellissimo materarassino ghè è bucato, inoltre c’è un grillo piccino picccino che RUSSA! 2880, 2881,… conto le volte che russa.
Sabato sono storto, come il resto degli sporchi. Non ho un catso da fare alle 7:30 faccio colazione.
Attendiano circondati da vapori soporiferi l’arrivo degli altri: Roberta, Psycho, Girolamo, Haran, Robbello.
Apertura delle cantine, ressa … Moroboschi, con l’occhio semichiuso alla pirata: “Sporchi filibustieri, in alto la brocchetta, VINOOOOOOOOOOO!!!!

Qualcuno beve poco perché ancora gonfio del venerdì precedente, i nuovi arrivati, freschi, carichi abbestia, sono in prima fila. Il vile vino gli taglia le gambe! Alla fine ne resterà solo uno!
Sabato sera l’apoteosi: cena, si aribballa! Mondi paralleli nello stesso posto: gente che faceva fatica a restare in piedi…

Mi risparmio un po’, il mio stomaco si ribella, Maloox santo subito! incontro di nuovo una ragazza che abbiamo conosciuto venerdì sera, Cinzia: le propongo una bella partita a carte. Prendo un mazzo di carte, sono francesi. Vabbeh, iniziamo a giocare… prima carta due di picche…. È destino! Smettiamo di giocare e andiamo a fare un giro tra la folla.

Ore 2:00 del mattimo andiamo a ninne: materassino nuovo (18,5 euro, porcozzio). Entro in stanza, aria pesante pesantissima, sento subito la solita sinfonia: non si dorme, prendo il materassimo e vado nel corridoio, catso vi ho fregato stanotte dormo… mi metto dentro il sacco a pelo e arriva Palì, il grande Palì. L’immenso tenore della notte! Che si stende vicino a me. Dormo 3 ore. La cosa nell’altra stanza non è migliore: un gruppo folk “i Sonori” suona per tutta la notte, Palì ogni tanto si esibisce in degli assoli di altissimo vertice confermando la sua fama. Applausi a scena aperta (pure qualche vaffanculo ).

Domenica in RCO (recupero capacità operative). Assaggiamo finalmente il tartufo… ndo sta? Gniemte… appena due scagliette. Porzioni tascabili: Guiduccio Alabastro e Offrodde disperati.
Ore 15:30 partenza, solita formazione il capo, sempre lui in testa il Grande Moroboschi a chiudere il corteo sempre lui magic_maxx, occhi di cielo.

No Comments

Post A Comment

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy